Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
Una scelta che cambia la vita! PDF Email Visite: 2391

serviziocivile-posterUna scelta che cambia la vita!

Il Servizio Civile Nazionale incanta i giovani durante l’educational itinerante High School Game.

Destinazione Benessere, anche quest’anno Partner Media del concorso, culturale e didattico nazionale, High School Game, contribuisce alla diffusione di importanti temi dedicati ad una vita sana con particolare attenzione alle indicazioni sul futuro dei giovani.

Oltre 100.000 studenti sostenuti da circa 1.000 operatori didattici, tra insegnanti e dirigenti, presenti in più di 300 istituti scolastici superiori, ricevono informazioni utili giocando, divertendosi e apprendendo.

Tra queste indicazioni spicca il messaggio “Una scelta che cambia la vita”.
Con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, High School Game promuove un’importante esperienza da fare a seguito del percorso scolastico.

Ce ne parla la dott.ssa Patrizia de Bernardis, dirigente del Servizio accreditamento e progetti della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Che cos’è il Servizio Civile?
“Il servizio civile nazionale è un istituto finalizzato alla difesa della Patria che si realizza attraverso attività di impegno sociale non armato svolte nell’ambito di vari settori quali l’assistenza, la protezione civile, l’ambiente, il patrimonio artistico e culturale, l’educazione e promozione culturale.
assistenza-anzianiRappresenta un’importante esperienza, rivolta ai giovani dai 18 ai 28 anni, in quanto costituisce un’occasione unica di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva nonché un contributo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.
Scegliendo di vivere l’esperienza del servizio civile nazionale i giovani decidono di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico e di partecipazione alla vita collettiva avente un forte valore di coesione sociale.
Recentemente personalità appartenenti al mondo politico e al terzo settore hanno messo in particolare risalto l’importanza dell’esperienza del servizio civile nazionale per i giovani. Infatti, in un momento di crisi economica e dei valori, l’esperienza del servizio civile viene proposta come una “medicina” per sanare le profonde lacerazioni create nel tessuto della nostra società.
La proposta di un servizio civile obbligatorio appare poco praticabile, sia per gli ingenti impegni economici che comporterebbe sia perché un servizio obbligatorio imporrebbe una prestazione molto onerosa sotto il profilo della libertà personale. Appare invece interessante la proposta di un servizio civile universale, che aprirebbe a tutti i giovani interessati al servizio civile la possibilità di compiere quest’esperienza.
Si parla spesso di servizio civile in ambito europeo ma la strada per arrivare a delineare un vero e proprio servizio civile europeo è ancora lunga, per il momento si può dire che quando si arriverà alla istituzione di tale servizio sicuramente questo non sarà costituito dalla somma delle esperienze dei singoli Stati europei ma rappresenterà un nuovo istituto”.

Come tali l’attività e si integrano con la crescita professionale e personale degli studenti?
“Inserire il Servizio civile nazionale tra le tematiche da approfondire durante questo concorso è un’occasione per far comprendere a tanti giovani questa importante esperienza.
ambienteDovendo delineare l’identikit dei giovani che presentano domanda di partecipazione al servizio civile si può dire, in base ai dati degli ultimi anni, che la maggior parte dei giovani ha tra i 21 e 26 anni e vi è una elevata partecipazione delle donne. I giovani che presentano domanda hanno prevalentemente, come titolo di studio, il diploma di maturità ma è presente quasi un 20% di ragazzi laureati.
Il settore per il quale vi è una maggiore richiesta di partecipazione è quello dell’assistenza, seguito da quello dell’educazione e promozione culturale.
Quanto alle Regioni di appartenenza vi è sicuramente un’elevata partecipazione da parte dei ragazzi della Sicilia e Campania ma anche della Lombardia del Lazio e della Toscana.
La normativa in materia (legge n.64 del 2001, art.1, lett.e, d.lgs. n.77/2002, art.13 ) prevede che il servizio civile nazionale contribuisce alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti e amministrazioni operanti all’estero. Inoltre il periodo di servizio civile effettivamente prestato è valutato nei pubblici concorsi con le stesse modalità e lo stesso valore del servizio prestato presso enti pubblici.
Per quanto riguarda in particolare i  concorsi relativi all`accesso nelle carriere iniziali del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e del Corpo forestale dello Stato sono determinate riserve di posti, fatti salvi i requisiti di ammissione previsti da ciascuna Amministrazione, nella misura rispettivamente del 20 e del 10 per cento per coloro che hanno svolto per almeno dodici mesi il servizio civile nelle attività istituzionali di detti Corpi.
La stessa normativa prevede altresì che le università degli studi possono riconoscere crediti formativi ai fini del conseguimento di titoli di studio da esse rilasciati, per attività formative prestate nel corso del servizio civile, rilevanti per il curriculum degli studi.
La formazione dei giovani durante il periodo di servizio civile è curata dagli enti presso i quali gli stessi sono assegnati. Sono previsti due periodi di formazione : uno rivolto alla formazione generale dei volontari durante il quale vengono trattati argomenti riguardanti il servizio civile, il concetto di “difesa della Patria”, la Costituzione italiana etc; l’altro è rivolto alla formazione specifica e riguarda l’apprendimento di nozioni e di conoscenze teorico pratiche relative al settore e al progetto presso il quale il volontario sarà impegnato durante lo svolgimento del servizio civile”.

Come si può conoscere maggiori dettagli per iscriversi al Servizio Civile?
“Per coloro che sono interessati al servizio civile è essenziale essere aggiornati sulle notizie riguardanti il servizio civile nazionale ed in particolare sulla pubblicazione dei bandi per la selezione dei volontari da impiegare nei progetti di servizio civile. I bandi sono pubblicati sul sito www.serviziocivile.it e riportano tutti gli enti presso i quali è possibile presentare domanda per il servizio civile.
Il consiglio è quello di scegliere il progetto che sia più congeniale alle proprie inclinazioni e competenze e, a tal riguardo, occorre fare attenzione ad eventuali specifici requisiti richiesti. E’ anche importante compilare con attenzione il proprio CV in modo da evidenziare non solo titoli di studio e esperienze professionali ma anche eventuali pregresse esperienze di volontariato. Per quanto riguarda il servizio civile all’estero occorre considerare che tale esperienza, sicuramente affascinante, presenta maggiori complessità e difficoltà (anche sotto il profilo dell’adattabilità ad un diverso contesto sociale, culturale e ambientale) e pertanto è importante capire se si è pronti ad affrontarla”.

Il Servizio Civile Nazionale è un’opportunità di formazione, di crescita personale e professionale, utile per guadagnare qualche soldo (i volontari prendono un rimborso di 433,80 euro al mese per una disponibilità di trenta ore settimanali) e per ridurre il divario fra sapere formale e esperienza. Una percentuale altissima trova, infatti, facilmente lavoro dopo il servizio civile.

Per maggiori informazioni, per sapere come iscrivervi al servizio civile nazionale, consultate il sito: www.serviziocivile.gov.it - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   e la pagina facebook: Servizio Civile Nazionale, Presidenza del Consiglio dei Ministri.