Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
Lo sport che aiuta la crescita psicofisica PDF Email Visite: 237
Mercoledì 01 Agosto 2018 15:14

sport tennis 2Come avvicinarsi alla disciplina del Tennis

di Samira Solimeno

Ci troviamo con il maestro Alessandro Conforti, istruttore tecnico nazionale UISP, romano e romanista (tanto da indossare la maglia della propria squadra del cuore anche durante le lezioni) e presidente dell'Associazione culturale da lui creata Lupa Giallorossa. 

Lo abbiamo incontrato presso il Club Lanciani e gli abbiamo chiesto di parlarci di questo meraviglioso sport.

 

A chi è indicato il tennis?

A tutti i bambini e agli adulti che stanno in buona salute e non hanno particolari problemi a livello articolare.sport tennis 5

A che età bisogna iniziare per sperare di essere futuri campioni?

Se il bambino si mostra interessato anche a 4-5 anni, può iniziare a giocare sviluppando le caratteristiche ludiche di questo bellissimo sport. Non oltre i 6-7 anni per iniziare una scuola classica di tennis. Si può iniziare anche nel club di riferimento dei genitori se vi è una scuola tennis dotata di tutte le caratteristiche adatte per sviluppare i mini tennis nel modo migliore.

Attrezzature consigliate?

La scelta della racchetta dipende dal sesso e dalla fisicità. Per gli adulti direi tra i 240 e 270 grammi per le donne e circa 300 gr per gli uomini. Un principiante o un giocatore di Club, perciò un amatore, non dovrà mai usare un attrezzo che usa un giocatore di livello agonistico regionale o un ragazzo di livello agonistico alto, ma sono due attrezzi completamente diversi, più leggeri e più easy per i principianti e per gli amatori e molto più professionali e performanti per i giocatori di livello agonistico alto.

sport tennis 4Per un bambino è meglio uno sport individuale o di squadra?

Il bambino che si approccia al tennis in realtà non pratica lo sport “individuale”, perché inizialmente nelle scuole tennis i gruppi sono composti da minimo da quattro ragazzi in campo e tutto il lavoro si sviluppa in assoluta compagnia finché l’attività non diventa agonistica. Perciò di conseguenza, pur facendo uno sport individuale, il tennis è ricco di momenti di socializzazione.

 

In cosa è cambiato il tennis negli ultimi 15 anni?

Il tennis è cambiato soprattutto tra gli anni '70 e '80 con l’arrivo della nuova tecnologia, per i materiali, racchette e palle. Grande potenza nei servizi, nel gioco da fondo campo, grandi rotazioni e atletismo. Non è più privilegiato il gioco d’attacco classico degli Anni 70. Dopo Borg e con i materiali nuovi il tennis è molto cambiato. Ognuno può dare la sua opinione se è cambiato in meglio o no. Io che sono nostalgico e devo confessarti che mi piaceva più il tennis di una volta.

sport tennis 3Quali i benefici di questo sport?

I benefici di questo sport a livello fisico sono tanti: ottima condizione cardio-circolatoria, miglioramento dell’elasticità muscolare e un’eccellente e completa coordinazione motoria occhi-mani-piedi, che consente i tennisti di poter facilmente praticare con successo tanti altri sport.

Soprattutto dal punto di vista mentale il tennis è uno sport che assolutamente consiglierei come aspetto ludico anche a dirigenti di piccole, medie e grandi aziende perché aiuta a sviluppare la velocità di pensiero e azione. Giocando a tennis, infatti, impari a risolvere in pochi istanti un problema tecnico – tattico – agonistico. Il tennis impone una concentrazione assoluta e per questo motivo è anche molto amato da chi lo pratica in età avanzata.

L’ora di tennis ti porta via da tutti i problemi e negatività della vita quotidiana!

Alessandro Conforti

 

Il maestro Alessandro Conforti
 istruttore tecnico nazionale UISP