Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
Errede Calzature PDF Email Visite: 4148

Le scarpe: Tra passione e ossessione

Perché mai amiamo così tanto le scarpe?
Sia che siano eleganti, col tacco, da tennis o sportive… sono una sorta di emblema, parlano di noi, rispecchiano la nostra interpretazione della realtà e le nostre scelte individuali.

 

Acquistarle diventa quasi uno shopping compulsivo, basti pensare a Carrie e alla New York di Sex&theCity che le collezionava per tirarsi su il morale o come surrogato di qualcos’altro. Addirittura siamo disposti a rinunciare al confort per abbracciare le mode del momento.



I dati parlano di 2 milioni di italiani come “fashion victim” di scarpe scomode che affaticano la colonna vertebrale, di tacchi altissimi che addirittura rischiano di provocare traumi non rascurabili e di borse troppo pesanti che creano un certo squilibrio motorio.

 

La società italiana di ortopedia e traumatologia ha recentemente presentato al congresso nazionale un interessante resoconto sul rapporto delle cause del mal di schiena e a sorpresa si è evidenziato come non sia tanto la postura a causare le lombalgie ma piuttosto le pesanti borse e le scarpe troppo scomode.


Possiamo quindi consigliarvi di non badare esclusivamente all’aspetto estetico ma di sceglierle con attenzione. Inoltre, meglio acquistare le scarpe a fine giornata, non si correrà il rischio di trovarsele strette e si terranno lontani calli e vesciche.



Visiete invece innamorati di un certo modello, ma vi sembrano leggermente strette? Anche se pensate che cederanno, è meglio acquistarne altre che sentite fin da subito confortevoli.


Soprattutto scegliete i tacchi giusti. Quelli troppo alti vanno indossati per poco tempo, perché spostano il baricentro del corpo in avanti e costringono a un’andatura incerta causando possibili distorsioni alla caviglia, mal di schiena e problemi circolatori. La stessa raccomandazione vale per le scarpe piatte, come ballerine, infradito o da tennis: mettono a dura prova la fascia plantare, col rischio di infiammazioni ai muscoli delle gambe e alle cartilagini del ginocchio, dolori lombari e tendinite.



Il tacco consigliato per una calzatura femminile è di 3-5 centimetri,
di 1-2 centimetri per le scarpe da uomo.
Forse sono tutte cose che già sappiamo… e allora?
Lasciamoci trasportare dalla follia!

 

 

 

Perché mai amiamo così tanto le scarpe?
Sia che siano eleganti, col tacco, da tennis o
sportive… sono una sorta di emblema, parlano di
noi, rispecchiano la nostra interpretazione della realtà
e le nostre scelte individuali. Acquistarle diventa
quasi uno shopping compulsivo, basti pensare a
Carrie e alla New York
di Sex&theCity che le
collezionava per tirarsi
su il morale o come
surrogato di qualcos’altro.
Addirittura siamo
disposti a rinunciare al
confort per abbracciare
le mode del
momento. I dati parlano
di 2 milioni di italiani
come “fashion victim”
di scarpe scomode
che affaticano la
colonna vertebrale, di
tacchi altissimi che
addirittura rischiano di
provocare traumi non
trascurabili e di borse
troppo pesanti che
creano un certo squilibrio
motorio. La società
italiana di ortopedia
e traumatologia ha
recentemente presentato
al congresso
nazionale un interessante
resoconto sul
rapporto delle cause
del mal di schiena e a
sorpresa si è evidenziato
come non sia tanto la postura a causare le lombalgie
ma piuttosto le pesanti borse e le scarpe troppo
scomode. Possiamo quindi consigliarvi di non badare
esclusivamente all’aspetto estetico ma di sceglierle
con attenzione. Inoltre, meglio acquistare le scarpe
a fine giornata, non si correrà il rischio di trovarsele
strette e si terranno lontani calli e vesciche. Vi siete
invece innamorati di un certo modello, ma vi sembrano
leggermente strette? Anche se pensate che cederanno,
è meglio acquistarne altre che sentite fin da
subito confortevoli.
Soprattutto scegliete
i tacchi giusti. Quelli
troppo alti vanno
indossati per poco
tempo, perché spostano
il baricentro del
corpo in avanti e
costringono a un’andatura
incerta causando
possibili distorsioni alla
caviglia, mal di schiena
e problemi circolatori.
La stessa raccomandazione
vale per le scarpe
piatte, come ballerine,
infradito o da tennis:
mettono a dura prova
la fascia plantare, col
rischio di infiammazioni
ai muscoli delle gambe
e alle cartilagini del
ginocchio, dolori lombari
e tendinite. Il tacco
consigliato per una calzatura
femminile è di 3-
5 centimetri, di 1-2 centimetri
per le scarpe da
uomo. Forse sono tutte
cose che già sappiamo…
e allora?
Lasciamoci trasportare
dalla follia!

Errede Calzature
Scarpe uomo, donna e bambino
Via S. Michele, 5/7 Morlupo (Rm)
Via Rianese 78/80/82 Riano (Rm)