Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
Le terapie per un perfetto allineamento dentale PDF Email Visite: 2531

Calogero-FerraraPrevenire e curare le anomalie per ottenere una corretta occlusione.

L’ortodonzia, anche chiamata ortognatodonzia, è la branca dell’odontoiatria che si occupa di studiare lo sviluppo e la posizione dei denti e delle ossa mascellari (mascella e mandibola).

La parola “ortodonzia”, infatti, deriva etimologicamente dal greco e si traduce in dentatura dritta. Scopo dell’ortodonzia è quello di prevenire e curare le anomalie riguardanti i rapporti tra le arcate dentarie, le ossa mascellari, la muscolatura facciale e masticatoria, ottenendo un corretto allineamento dei denti, una corretta occlusione e, di conseguenza, una masticazione adeguata ed un profilo facciale armonico.

Denti affollati, irregolari o protrusi hanno rappresentato un problema fin dall’antichità se si pensa che i primi tentativi di terapia risalgono al 1000 a.C. Reperti di apparecchiature ortodontiche, infatti, sono venute alla luce in ritrovamenti archeologici greci ed etruschi.

Non c’è quindi da meravigliarsi se oggi sempre più mamme e papà scelgono di portare i loro piccoli dal dentista, allarmati dal fatto che i primi dentini sono comparsi tutti storti.
In effetti è consigliabile effettuare sui bambini una prima visita ortodontica già verso i 4/5 anni in quanto ciò permette di diagnosticare precocemente una malocclusione scheletrica ed avere più tempo per poter agire.
Ci sono infatti problematiche che richiedono un intervento precoce quali il morso incrociato (il classico palato stretto) o le terze classi scheletrico-funzionali (eccessiva crescita della mandibola).
Il trattamento ortodontico si compone di più fasi, questo perchè l’ortodontista ha il compito di seguire il bambino durante l’arco dell’intera crescita.

A seconda di quelle che siano le problematiche del piccolo paziente, in genere possiamo suddividere la terapia in:

  • terapia intercettiva: serve a bloccare un’abitudine viziata (succhiamento del dito, del ciuccio, ecc...).
  • terapia ortopedica funzionale: corregge un’anomalia di crescita mascellare e/o mandibolare, sia genetica che ambientale. Si avvale dell’uso di dispositivi funzionali mobili, in genere confortevoli ma un pò ingombranti, questo perchè occorre allontanare tutti gli stimoli muscolari anomali (lingua, guance, labbra) per poter riequilibrare la crescita delle ossa mascellari e la muscolatura masticatoria e facciale.
  • terapia ortodontica: serve ad allineare i denti e coordinare le arcate tra di loro.
  • terapia di contenzione: serve a mantenere i risultati ottenuti.

E' importante che i genitori sappiano che nei bambini che presentano ancora denti da latte non ci si debba preoccupare solamente se i denti si presentano disallineati.

Valentina-Giuliani
Dott.ssa Valentina Giuliani

Infatti è bene chiarire che in ortodonzia i problemi vanno affrontati e risolti uno alla volta, a seconda del grado di importanza.
Prima di tutto occorre risolvere uno squilibrio scheletrico. Questo perchè occorre agire durante la crescita del paziente, quando le ossa mascellari non sono ancora strutturate e presentano un potenziale di crescita.

Una volta che lo sviluppo del bambino è terminato, i “giochi” sono fatti cioè si può intevenire agendo solo sulla componente dentale della malocclusione ottenendo, per quanto possibile, un trattamento di compenso.
Nei casi più gravi di malocclusione scheletrica si è costretti ad inviare il paziente al chirurgo maxillo-facciale.

Ecco perchè è importante diagnosticare precocemente una malocclusione scheletrica, in modo da poter avere tutto il tempo necessario per poter intervenire e risolverla.
Ottenendo basi scheletriche adeguate, è come se l’ortodontista “preparasse il terreno” affinchè i denti erompano nelle migliori condizioni possibili, in presenza di spazio e stimoli muscolari adeguati.

Poter intervenire precocemente è quindi un vantaggio sia per l’ortodontista che ha il tempo necessario per poter risolvere la malocclusione, sia per il paziente che presenterà risultati pù stabili nel tempo.
Purtroppo non è possibile poter prevedere sin dall’inizio se i denti permanenti compariranno dritti o ruotati.
Se, quindi, al termine della permuta dentale si nota la presenza di affollamento, allora si procede con la fase seguente del trattamento, mediante l’uso di apparecchiature ortodontiche fisse, allo scopo di ottenere un perfetto allineamento dentale ed ingranaggio occlusale.
I denti storti, infatti, sono molto più difficili da pulire, vanno incontro più frequentemente a carie e a problemi gengivali che possono portare alla loro perdita.

Calogero-Ferrara1 Calogero-Ferrara2
Le due immagini rappresentano un caso pre e post trattamento

La durata di un trattamento ortodontico, quindi, è variabile e dipende dal problema da trattare.
Come spiegato precedentemente, nel bambino in crescita, con una malocclusione scheletrica, si usa alternare periodi di trattamento ad altri di attesa proprio perchè la terapia deve coprire l’intero arco dello sviluppo.

Nell’adolescente e nell’adulto con malocclusione dentale, può andare da pochi mesi ad un massimo di 2 anni.
è bene precisare ed informare che il trattamento ortodontico non viene eseguito solo dall’ortodontista ma anche dal paziente stesso.

Infatti la buona riuscita della terapia e la sua durata dipendono non solo dalla bravura e capacità dell’operatore ma anche dalla collaborazione del paziente a presentarsi costantemente alle visite di controllo, mantenere una corretta igiene orale e seguire alla lettera le indicazioni fornite dallo specialista.
I casi più belli infatti sono quelli in cui l’ortodontista e il paziente lavorano in sinergia, venendo ricompensati alla fine dal più bel regalo: un sorriso perfetto!

STUDI DENTISTICI
DEL DOTT. CALOGERO FERRARA 
 Fiano Romano
Via Aldo Moro, 89

Dal Lunedì al Sabato dalle 10.00
alle 20.00 con orario continuato
Per appuntamenti
tel. 0765 389259 Sig.ra Donatella.

Roma
Via della Fontanella di Borghese 23

Dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00
alle 20.00 con orario continuato
Per appuntamenti
tel. 06 68134342 - 06 68809552

How can I help you? En qué puedo ayudarlo?
Il personale dello studio è in grado di comunicare anche in inglese e spagnolo.