Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
Golden Globe 2018: #whywewearblack PDF Email Visite: 762

Golden GlobeGolden Globe 2018: #whywewearblack
di Samira Solimeno

Il red carpet della settantacinquesima edizione dei Golden Globe è stato caratterizzato da #whywewearblack, hashtag e movimento ideato dall’associazione Time’s Up, creata all’inizio del 2018 da centinaia di donne dell’industria di Hollywood per contrastare la violenza sulle donne. 

L’azione prevedeva che i partecipanti all’evento (e non solo) si vestissero di nero in solidarietà con le vittime di abusi e di aggressioni nella giornata di Domenica 7 Gennaio. Sono stati in molti a notare il successo dell’iniziativa, ma è davvero così?

Iniziamo col dire che gli uomini di Hollywood indossano quasi esclusivamente il nero ad ogni occasione mondana, infatti molti avevano appuntate sulla giacca le spille dell’associazione in segno di solidarietà. Tuttavia è anche importante notare che nessuno dei quindici uomini vincitori del globo d’oro nel corso della serata ha menzionato l’associazione o il movimento #Metoo, e questo è abbastanza rilevante considerando che due dei vincitori, Sam Rockwell e Alexander Skarsgård, hanno trionfato per aver interpretato due uomini abusivi.

Golden Globe

Contrariamente ai colleghi maschili, le donne hanno onorato il movimento per tutto il corso della serata a partire dal red carpet. Alcune attrici infatti si sono presentate accompagnate da attiviste. 

Il focus sul movimento è stato così forte sul red carpet che il “New York Times Styles” ha decretato la morte della tipica frase da red carpet -Cosa stai indossando?-.

Golden Globes We Wear Black

Anche in questo caso dobbiamo chiederci se sia davvero così. 

Cosa ci garantisce che nel corso del red carpet dei SAG Awards e degli Oscar, la domanda non tornerà ad essere posta?.

Certo è che l’hashtag #whywewearblack ha avuto una grande risonanza e questo contribuirà a far restare nella memoria la settantacinquesima edizione della manifestazione hollywoodiana. Tuttavia, non possiamo parlare di atto rivoluzionario, poiché questo tipo di solidarietà non può manifestarsi semplicemente per mezzo di un abito nero, ma attraverso gesti e parole che, come già notato, almeno per quanto riguarda la componente maschile, sono stati quasi assenti.