Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
La terra e il marchio Tuscia Viterbese PDF Email Visite: 2125

tusciaviterbese1Specialità e luoghi di un territorio dalle lontane origini

Fin dall’antichità la Tuscia Viterbese – terra compresa tra Toscana, Umbria, provincia di Roma e mar Tirreno – ha accolto popoli che hanno lasciato evidenti segni della loro presenza. Oltre a essere considerata tappa obbligata per milizie, pellegrini, papi, artisti e mercanti nel corso dei secoli si è sempre distinta quale luogo piacevole per soggiornare o fissare la propria dimora.

Sono molteplici le prove che testimoniano la presenza umana nella Tuscia già in epoca preistorica, ma furono gli Etruschi i primi a lasciare nel territorio viterbese un’impronta indelebile della loro civiltà, giunta ai giorni nostri grazie al ritrovamento nelle necropoli di sculture, gioielli e oggetti di vita quotidiana. Successivamente la conquista del territorio a opera dei Romani portò soprattutto lungo la via Cassia all’edificazione di città, anfiteatri e acquedotti.

Furono proprio loro che attribuirono al territorio che si estende tra Toscana e alto Lazio il nome di Tuscia. In seguito la vicinanza alla città di Roma e l’appartenenza allo Stato Pontificio portarono alla costruzione di castelli, fortezze e borghi, così come di palazzi, ville e giardini di elevato rilievo artistico e architettonico, nella maggior parte dei casi giunto integro ai giorni nostri. Tra gli elementi di maggior fascino della Tuscia c’è sicuramente il paesaggio, capace ogni volta di sorprendere il viaggiatore con colori e forme sempre nuove. Si va dalla costa marina, con litorale sabbioso e dalla tipica vegetazione mediterranea, alla pianeggiante Maremma con i suoi butteri; dalle morbide colline solcate da forre e corsi d’acqua ai fitti boschi di querce e castagni della selva del Lamone e della Faggeta; dai dolci pendii del Monte Cimino e del Monte

tusciaviterbese2

Rufeno alla rigogliosa Valle del Tevere.
L’origine vulcanica del terreno, inoltre, ha favorito nei crateri ormai spenti la formazione di due bacini lacustri, oasi di rara bellezza: il lago di Bolsena, con le due isole Bisentina e Martana, e il lago di Vico. In un contesto che può ancora definirsi a dimensione umana, dove la vita segue il ritmo delle stagioni e le tradizioni si tramandano di padre in figlio, è naturale puntare sulla qualità e sulla tipicità dei prodotti. L’agricoltura della Tuscia Viterbese, ad esempio, occupa un ruolo centrale nel tessuto familiare e imprenditoriale, capace al tempo stesso di distinguersi con eccellenze a livello nazionale ed europeo. Così come sopravvivono ancora le tecniche etrusche e medievali, grazie alla passione di maestri artigiani che sapientemente plasmano ceramica, ferro, pietre, legno e vetro. In questo territorio, capace di emozionare i visitatori, un’attenzione particolare è dedicata al turismo, o meglio ai turismi: enogastronomico, culturale, termale, religioso, congressuale e quello più tradizionale legato a momenti di relax per vacanzieri stagionali italiani e stranieri. Agriturismi, alberghi, camping, B&B, ristoranti tipici ed enoteche offrono molteplici soluzioni in funzione delle diverse esigenze. Tuscia Viterbese è una terra tutta da scoprire: un modo nuovo di gustare la qualità della vita.

IL MARCHIO COLLETTIVO TUSCIA VITERBESE
In un territorio dalle peculiarità così uniche la Camera di Commercio di Viterbo nel 2003 ha istituito questo brand per contraddistinguere e promuovere prodotti e servizi realizzati nella provincia di Viterbo e che rispondano a determinati requisiti di qualità tipicità. L’identificazione dell’origine delle produzioni e il rispetto dei disciplinari di qualità sono verificati e garantiti dall’Ente camerale attraverso il Comitato di gestione e controllo del Marchio Tuscia Viterbese. Il Marchio Tuscia Viterbese nasce per soddisfare l’esigenza degli operatori di raggiungere ed essere ben visibili presso mercati di consumo più vasti, anche internazionali, che non sempre sono alla portata delle piccole aziende locali. Il Marchio collettivo, quindi, promuove prodotti e servizi identificandoli sotto la stessa origine, rappresentata dal territorio della Tuscia Viterbese. Al contempo, gli stessi prodotti a marchio promuovono il territorio in quanto espressione diretta di un ambiente che, in virtù delle proprie peculiarità ambientali e sociali, si presenta propizio allo sviluppo di un’enogastronomia ed un artigianato di qualità. Attualmente sono inserite nel Marchio Tuscia Viterbese 230 imprese.

tusciaviterbese3

I PRODOTTI

CAVOLFIORE BIANCO E CAVOLO BROCCOLO ROMANESCO
CARNI BOVINE, OVINE E SUINE FRESCHE
CARNI LAVORATE
CERAMICHE ARTISTICHE
CILIEGIA DELLA TUSCIA
CONIGLIO VERDE LEPRINO DI VITERBO
tusciaviterbeseMIELE E PRODOTTI APISTICI
NOCCIOLA DEI CIMINI
OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA DOP CANINO DOP E TUSCIA
PASTICCERIA E PRODOTTI DA FORNO
PATATA DELL’ALTO LAZIO
PRODOTTI ALTA TUSCIA
PRODOTTI BIOLOGICI DELLA TUSCIA
PRODOTTI CASEARI
VINI DOC E IGT DELLA TUSCIA
PRODOTTI ITTICI DEL LAGO DI BOLSENA

www.tusciaviterbese.it